logo

Bellinzona, il travertino fa già cilecca?

Piccole fessure nella pavimentazione interna della stazione FFS inaugurata un anno e mezzo fa

CdT/SIBER
 
16
aprile
2018
06:00
SIBER

BELLINZONA - Piccole buche, alcune crepe, lievi fessure. La pavimentazione dell'atrio e del sottopasso della stazione FFS di Bellinzona inaugurata nell'ottobre del 2016 qua e là sembra già fare cilecca. Quanto segnalato da un lettore del CdT trova conferma facendo un sopralluogo. Abbiamo chiesto alle FFS se sono a conoscenza del (parziale) deterioramento del materiale scelto, quel travertino romano che aveva fatto discutere per la sua provenienza (italiana), quando la nostra regione è ricca di pietra naturale. «Le FFS tengono costantemente sotto controllo lo stato della pavimentazione», risponde il portavoce dell'azienda Patrick Walser. Le FFS hanno concluso una sorta di contratto di manutenzione per eseguire eventuali stucchi, riparazioni e levigature del travertino.

Prossimi Articoli

Pena aggravata di poco per ex responsabile di Alkopharma

È una francese di 51 anni che lavorava per l'azienda rea di aver smerciato medicinali anti cancro scaduti finiti anche in Ticino

“Per le Officine il tempo stringe”

Il CEO delle FFS Andreas Meyer a Bellinzona sollecita una soluzione per il 2019: "Non è una minaccia, ma a nord delle Alpi i posti di lavoro moderni interessano"

Il pirata del San Gottardo è dietro le sbarre

Il tedesco che sorpassò dieci veicoli nella galleria autostradale è stato tradotto in carcere questa mattina

Edizione del 18 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top