logo

Due anni di carcere per gli abusi sessuali

Assise Criminali: condannato il 45.enne ticinese autore di almeno 41 atti sessuali con un giovane

Archivio CdT
 
11
luglio
2018
12:17

LUGANO - È stato condannato a due anni di carcere (uno da scontare) il 45.enne ticinese reo di aver compiuto almeno 41 atti sessuali con fanciulli sull'arco di un anno e mezzo (vedi suggeriti). Atti sessuali, se così si può dire, di lieve entità: in quattro occasioni si è fatto brevemente toccare (tre volte sopra i vestiti), mentre nelle altre vi sono stati auto-toccamenti. La Corte delle assise criminali di Lugano presiedute dal giudice Marco Villa ha invece prosciolto l'uomo dall'accusa di coazione sessuale. "L'imputato, sbagliando, ha agito come un adolescente", ha detto Villa. Questo per sottolineare come per la Corte non vi sia stata coercizione del minore, un reato che giuridicamente prevede l'approfittare di una forte relazione sociale con un disequilibrio di potere fra le parti. In questo caso "quello che ha più colpito è come non ci sia mai stato un piano di superiorità, di comando, da parte dell'imputato nei confronti della sua giovane vittima. L'imputato nella sua deviazione caratteriale voleva concretizzare la sua necessità di voler bene e di essere ricambiato dal ragazzo. La soddisfazione sessuale c'era, ma non era il punto prioritario della loro relazione". Nessuna pressione psicologica tale, quindi, da configurare il reato di coazione sessuale, benché le colpe del 45.enne siano state valutate oggettivamente gravi.

Articoli suggeriti

“Gli mostrava video porno per spingerlo a toccarsi”

Un 45.enne ticinese in almeno 41 occasioni ha abusato sessualmente di un giovane - L'accusa chiede una carcerazione di 3 anni e 4 mesi, la difesa di meno di 3 anni interamente sospesa per altrettanti – Mercoledì la sentenza

Edizione del 20 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top