logo

Le aquile e il Gigi di Viganello

 
 
05
luglio
2018
04:05
Fabio Pontiggia

di FABIO PONTIGGIA - Questo non è un commento sportivo (che compete ad altri). È invece una considerazione sulla nazionale rossocrociata con i suoi molti giocatori originari di altri Paesi. Avessimo battuto la Svezia, questi giocatori sarebbero stati glorificati quali artefici elvetici di un risultato storico che attendiamo – purtroppo vanamente – da alcuni decenni. Siccome abbiamo perso, il Gigi di Viganello ha rialzato la cresta, trasformandoli nel capro...

Riservato agli abbonati   

L'articolo che vuoi leggere è riservato agli abbonati

Prossimi Articoli

Pesi e contrappesi degli Usa

IL COMMENTO DI GERARDO MORINA

La manovra del Governo Conte

IL COMMENTO DI ALFONSO TUOR

Edizione del 15 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top