logo

Morte di Re Michele, quattro giorni di lutto

OCCHI SULL'EST/ROMANIA - All'aeroporto di Bucarest cerimonia solenne per ricordare il sovrano scomparso in Svizzera a 96 anni

 
13
dicembre
2017
18:50
Andrea Colandrea

BUCAREST - La salma di re Michele I di Romania, quest'oggi, 13 dicembre, è giunta a Bucarest, dove il Governo ha decretato il lutto nazionale per quattro giorni. Per onorare le spoglie del sovrano, all'aeroporto Henry Coanda è stata tenuta una solenne cerimonia commemorativa alla presenza dei famigliari, mentre 130 membri della Guardia d'onore, prima della celebrazione religiosa, hanno portato in spalla il feretro avvolto nella bandiera rumena per le onorificenze e i discorsi ufficiali, tra cui quelli del capo di Stato Klaus Iohannis e del premier Mihai Tudose.

Re Michele, 96 anni, è deceduto il 5 dicembre scorso ad Aubonne, in una clinica privata, dove era stato ricoverato più volte in condizioni di salute precarie. Il primo agosto di un anno fa si era spenta la moglie, Anna di Borbone-Parma, in un ospedale di Morges. La coppia reale viveva a Bucarest dal 1992, dopo che il presidente Ion Iliescu ne aveva permesso il rientro in Patria (nel 1997 gli fu restituita anche la cittadinanza), ma aveva trascorso buona parte della sua vita in Svizzera.

Michele I ha occupato il trono della Romania in due periodi storici: fra il 1927 e il 1930 e dal 1940 al 1947, prima di essere costretto dal regime comunista ad abdicare e a lasciare la Romania nel 1947, alla fine della Seconda guerra mondiale. Dopo aver vissuto in un primo tempo in Gran Bretagna, il sovrano si è poi ritirato nel Canton Ginevra, più precisamente a Versoix, dove viveva con la famiglia. Nel marzo scorso, re Michele aveva annunciato di volersi ritirare dalla vita pubblica: soffriva infatti di un tumore e di leucemia. La malattia, da un anno, lo aveva fortemente debilitato ed era tornato nel nostro Paese per farsi curare.

Alla cerimonia tenuta all'aeroporto della capitale, quest'oggi erano presenti numerosi rappresentanti dello Stato rumeno, tra cui il premier Mihai Tudose, che ha sottolineato come "Re Michele I resterà nella memoria dei rumeni come un simbolo di dignità e nobiltà". Vicini al feretro si sono stretti tutti i famigliari del monarca scomparso: la principessa Margherita, il principe Radu, suo marito, e i rappresentanti della famiglia reale Irina Walker, la principessa Maria, Nicola di Romania Medforth Mills e Karina di Romania.

Nell'ultimo viaggio da Ginevra a Bucarest, erano presenti anche le altre due figlie di re Michele: le principesse Elena e Sofia e varie altre personalità, tra cui il segretario di Stato Victor Opaschi. Prima delle esequie i presenti hanno accompagnato il feretro a Sinaia, nella sala d'onore del Castello di Peles, dove sono stati tenuti altri discorsi ufficiali, tra i quali anche quello del presidente Klaus Iohannis, che ha rimarcato come "Il ricordo di re Michele resterà sempre vivo nel popolo rumeno". Le spoglie di re Michele riposeranno nel Cimitero reale che si trova nella città di Curtea de Arges, a poco circa 150 chilometri a nord di Bucarest.  

Articoli suggeriti

Morto in Svizzera l`ex re di Romania

L'ex monarca Michele I si è spento a 96 anni ad Aubonne, nel canton Vaud

Edizione del 15 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top