logo

Oms: in Nigeria 450 casi di febbre di Lassa, almeno 37 morti

 
13
febbraio
2018
16:53
ats

LAGOS - In Nigeria 450 persone sono state colpite dalla febbre emorragica di Lassa e almeno 37 sono morte in meno di 5 settimane tra il 1. gennaio e il 4 febbraio. Lo riferisce l'Organizzazione mondiale della Sanità in un comunicato, precisando che sono in tutto 43 i casi di morti probabilmente legate al virus. Secondo il rappresentante dell'Oms in Nigeria, Wondimagegnehu Alemu, si tratta di "un numero insolitamente alto di casi per questo periodo dell'anno". La malattia si diffonde attraverso il contatto con i fluidi corporei dei contagiati. Le persone spesso contraggono il virus mangiando cibo contaminato da urine o feci dei roditori. La malattia comincia come una febbre con dolori muscolari e può progredire con perdite di sangue dal naso o dalla bocca. Per la febbre di Lassa non esiste un vaccino.

Prossimi Articoli

“Una scuola libera dalle armi è una calamita per i cattivi”

Lo ha twittato Donald Trump dopo aver ritrattato l'armamento dei docenti: "Non ho mai detto di armare gli insegnanti, ma solo quelli esperti di armi con esperienza militare "

Corteo contro CasaPound a Torino: è guerriglia

Gruppi di manifestanti hanno divelto le recinzioni di un cantiere stradale vicino alla stazione ferroviaria di Porta Susa e hanno raccolto pietre scagliandole contro la polizia

La guerra in Siria, 400 morti nella Ghuta

Si appesantisce il bilancio dei civili uccisi nei bombardamenti governativi da domenica: una mattanza che ha colpito anche tanti bambini - Dure critiche dagli USA ad Assad

Edizione del 23 febbraio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top