logo

Ordigno bellico inesploso, sfollate 23 mila persone a Fano

 
13
marzo
2018
21:37
ats

FANO (PESARO URBINO) - È in corso una massiccia operazione per evacuare circa 23 mila persone dal centro di Fano (Marche), dopo il ritrovamento stamani di un ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra mondiale in un cantiere sul lungomare Sassonia. L'evacuazione immediata è dovuta al fatto che l'ordigno è stato innescato accidentalmente durante alcuni lavori. È quanto riferisce l'agenzia di stampa italiana ANSA, citando fonti qualificate. Sempre secondo quanto si è appreso, sarebbero stati mobilitati gli artificieri della Marina militare per neutralizzare l'ordigno.

Prossimi Articoli

Jeans, moto e sneakers nel mirino dell'UE

Entrano in vigore oggi i dazi applicati sulle importazioni di prodotti statunitensi in Europa - Tra i marchi simbolo colpiti anche Levi's, Nike e Harley Davidson

Frontalieri disoccupati, pagherà chi dava lavoro

L'UE trova un accordo su un nuovo sistema di indennizzo - Per la Svizzera potrebbe essere un salasso

Migranti, 28 minori dell'Aquarius fuggono dal centro di Alicante

I giovani sono stati rapidamente rintracciati dalle forze di sicurezza e la maggior parte è stata riaccompagnata nella sede di accoglienza

Edizione del 23 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top