logo

Trump: l'incontro con Kim aiuta a evitare una catastrofe nucleare

Nuovo tweet del presidente USA - Il leader di Pyongyang: trattenersi dall'antagonismo reciproco

Keystone
 
13
giugno
2018
06:20
ats

NEW YORK - Kim e Trump torneranno a incontrarsi. Non è ancora dato sapere quando, ma i due leader hanno accettato i reciproci inviti a visitare l'uno il Paese dell'altro, stando a quanto riferito dall'agenzia nordcoreana Knca.

Appena reduci dalla storica stretta di mano di Singapore, i due hanno voluto commentare a caldo i risultati dell'incontro e proiettarsi sulle azioni future. Il presidente americano lo ha fatto affidandosi, come di consueto, a Twitter mentre era ancora a bordo dell'Air Force One, il leader nordcoreano al suo organo di stampa ufficiale. Kim fa così sapere di aver invitato Trump a Pyongyang e che l'invito è stato accettato, così come quello avanzato dal capo della Casa Bianca. Trump via social media, ha affermato che l'incontro con Kim aiuta a evitare una catastrofe nucleare.

D'altro canto il leader nordcoreano ha fatto sapere che la posizione "condivisa" con Trump è che le azioni necessarie vadano compiute "passo-passo" e "simultaneamente". E che per raggiungere l'obiettivo, bisogna mettere da parte "l'antagonismo reciproco", evitando di "mettersi uno contro l'altro". Kim ha quindi insistito sulla necessità di gesti reciproci e speculari: "Se gli Stati Uniti prenderanno misure per costruire la fiducia per migliorare le relazioni tra Washington e Pyongyang, allora anche la Corea del Nord continuerà a prendere ulteriori misure di buona volontà commisurate alle loro", ha dichiarato.

E il primo passo sembra averlo fatto proprio Trump annunciando, già a Singapore, la sospensione delle esercitazioni militari con Seul, per la durata dei negoziati con il Nord. "War games troppo costosi", li ha definiti il presidente americano, "una provocazione" secondo Pyongyang. Una decisione che, tuttavia, i critici ritengono una prima concessione a Kim senza avere in cambio alcuna garanzia. Secondo la Knca inoltre, Trump ha offerto "garanzie di sicurezza e la rimozione delle sanzioni" con il "miglioramento delle relazioni reciproche tramite il dialogo e le trattative".

Dal canto suo, Trump ha twittato sui "progressi sulla denuclearizzazione della Corea del Nord. Gli ostaggi sono tornati a casa, i resti dei nostri eroi torneranno alle famiglie, nessun missile sparato". "Con Kim Jong-un - ha aggiunto - siamo andati d'accordo, vuole vedere cose meravigliose per il suo paese. E come ho detto prima: chiunque può fare una guerra, ma solo i più coraggiosi possono fare la pace".

 

 

 

A Pyongyang si parla di "incontro del secolo"

I volti del presidente degli Stati Uniti Donald Trump e del leader nordcoreano Kim Jong-un sono sulla prima pagina del Rodong Sinmun, voce del Partito dei Lavoratori nordcoreano, a testimoniare "l'incontro del secolo". Sono otto le foto, in prevalenza scattate davanti alle bandiere dei due Paesi o in occasione delle strette di mano (ben 4), alle quali il quotidiano nordcoreano ne fa seguire molte altre nelle pagine interne. Il summit del 12 giugno di Singapore è presentato come una vittoria per Pyongyang grazie a tutte le concessioni fatte da Trump che ha espresso anche l'intenzione di fermare le esercitazioni militari congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud, di offrire garanzie di sicurezza al Nord e di revocare le sanzioni con il miglioramento delle relazioni. Trump, nella conferenza stampa di un'ora, ha detto ieri che le vorrebbe revocare, ma che non accadrà immediatamente. Quanto al tema della denuclearizzazione, invece, il tema viene trattato in modo marginale e secondario rispetto alla grande prova si diplomazia del "supremo comandante". Nelle pagine interne ci sono i funzionari dei due Paesi nei vari incontri, tra il meeting allargato e il pranzo di lavoro, fino alla firma dell'accordo. Kim e Trump hanno brevemente camminato insieme dopo pranzo, "approfondendo i loro rapporti amichevoli" e hanno tenuto una "sessione fotografica significativa" per commemorare l'evento. Il Rodong Sinmun è stato molto veloce sulla copertura del viaggio di Kim, così come gli altri media grazie anche al gran numero di giornalisti portati a Singapore dalla Corea del Nord, tra operatori telecamere e fotografi ai quali è stato consentito l'accesso in varie occasioni, negato invece ai media provenienti da altre parti del mondo. Nel complesso, il quotidiano ha dedicato 33 foto al summit, quasi la metà delle 61 pubblicate a corredo del terzo vertice intercoreano del 27 aprile di Panmunjom tra Kim e il presidente sudcoreano Moon Jae-in.

Prossimi Articoli

Frontalieri disoccupati, pagherà chi dava lavoro

L'UE trova un accordo su un nuovo sistema di indennizzo - Per la Svizzera potrebbe essere un salasso

Foto del giorno

Gli scatti più belli della settimana scelti dalla redazione web

Jeans, moto e sneakers nel mirino dell'UE

Entrano in vigore oggi i dazi applicati sulle importazioni di prodotti statunitensi in Europa - Tra i marchi simbolo colpiti anche Levi's, Nike e Harley Davidson

Edizione del 23 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top