logo

Vacanza al mare con truffa per una famiglia ticinese

Padre, madre e figlia disabile hanno affittato per 600 euro un appartamento a Fano, nelle Marche, da un proprietario "fantasma" - La scoperta al momento della consegna chiavi

YouTube
 
10
luglio
2018
12:54
Red.Online

FANO - Vacanza al mare con truffa per una famiglia svizzera residente in Ticino. Domenica scorsa infatti padre, madre e figlia disabile, giunti a Fano, in provincia di Pesaro e Urbino, hanno trovato ad attenderli una brutta sorpresa, o meglio, ad attenderli non c'era proprio nessuno: l'uomo da cui dovevano ricevere le chiavi della casa affittata dieci giorni prima su Internet, per 600 euro, non si è infatti presentato all'incontro fissato per le 17.

Dopo due ore di attesa, il padre, un 47.enne, ha chiamato la Guardia di Finanza per scoprire che si trattava di una truffa, l'ennesima messa a segno dal presunto proprietario di quella casa: al civico 68 in via Dante Alighieri, luogo in cui sorge l'appartamento, erano infatti già avvenuti raggiri del genere. Più di un turista straniero aveva chiamato da lì in passato, spiegando alle autorità di come fosse impossibile contattare il proprietario dello stabile al momento del ritiro delle chiavi.

Lo riporta "Il Resto del Carlino", secondo cui l'ultima vittima della truffa, prima degli svizzeri, sarebbe stata una vacanziera spagnola, ingannata proprio una settimana prima. I finanzieri hanno dato una mano ai turisti elvetici, trovando loro una sistemazione per la notte e, in seguito, un altro appartamento, adatto alle esigenze della ragazzina disabile. I militari della Guardia di Finanza ora aspettano una denuncia formale contro ignoti da parte del 47.enne residente in Ticino, sperando di rintracciare il truffatore partendo dagli elementi usati per il raggiro: un numero di cellulare, un sito Internet e il conto corrente su cui il turista ha versato i 600 euro.

Prossimi Articoli

Salvini querela Saviano per i post “lesivi”

Azione legale del ministro italiano dell'Interno contro lo scrittore dopo le sue uscite su Facebook: "Un'aggressione infamante ed umiliante"

Ex bodyguard di Macron interrogato dalla polizia

Il 26enne è accusato di aver picchiato due persone - Prima che la stampa rendesse noto l'accaduto l'uomo se l'era cavata con una sospensione

Accoltella 12 persone su un autobus

Il fatto di sangue è avvenuto a Lubecca - L'autista è riuscito ad aprire le porte in tempo per far scendere i passeggeri - Ci sarebbero due feriti gravi

Edizione del 20 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top