logo

Libia: fossa comune con cento corpi trovata a Sirte

I corpi potrebbero essere di terroristi dell'Isis che controllarono per un anno e mezzo la città

Simona
 
10
ottobre
2018
18:10
ats

IL CAIRO - "Quasi 100 corpi" sono stati trovati in una fossa comune "a ovest della città di Sirte", in Libia. Lo riferisce un messaggio postato sulla pagina Facebook della Mezzaluna rossa libica avvertendo che la riesumazione è ancora in corso e il numero di cadaveri "potrebbe crescere".

Una "fonte militare" di Sirte citata dal sito Liby's Observer ha sostenuto che i corpi potrebbero essere di terroristi dell'Isis che controllarono per un anno e mezzo la città sull'omonimo golfo dal giugno 2015 al dicembre 2016.

I terroristi islamici, che avevano fatto della città natale del defunto dittatore Mummar Gheddafi una roccaforte del loro 'Califfato' libico, furono scacciati da forze del Governo di accordo nazionale del premier Fayez Al Sarraj dopo otto mesi di combattimenti.

Prossimi Articoli

L'ira di Mosca su Trump: “Sono intimidazioni inaccettabili”

La fine del trattato minacciata dal presidente americano potrebbe segnare l'avvio di una nuova guerra fredda e di una nuova corsa agli armamenti

Gorbaciov contro Trump: “È un errore uscire dal trattato”

L'ex presidente dell'Urss critica la decisione di ritirare gli Usa dall'intesa siglata nel 1987 con la Russia sui missili nucleari

Afghani votano e sfidano i talebani, è una carneficina

Quasi nove milioni di persone si sono messe in fila ai seggi per eleggere la Camera bassa del Parlamento

Edizione del 22 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top