logo

A Minsk c'è lo spettro di un ritorno al passato

OCCHI SULL'EST/BIELORUSSIA - Forti proteste in tutto il Paese per la proposta di legge (ora ritirata) contro i parassiti sociali - La gente in piazza grida slogan anti-regime, per Lukashenko "disordini pilotati" - Botte e arresti

Keystone
 
29
marzo
2017
06:00
Andrea Colandrea

MINSK - Cosa sta succedendo in Bielorussia? Alexander Lukashenko, il presidente che regna incontrastato nel ruolo di capo di Stato da ormai 23 anni ininterrotti (è al suo quinto mandato), sembra aver dato un netto giro di vite alla sua politica di apparente apertura socio-politica ed economica in direzione di un "ritorno al passato". Per la prima volta dalla sanguinosa repressione del 2010, infatti, più precisamente dal 15 marzo scorso, "batka" (il piccolo padre, come ama farsi chiamare) ha nuovamente usato il pugno di ferro per reprimere le proteste di piazza sorte in tutto il Paese per il varo dell'improvvida legge contro i parassiti sociali che sarebbe dovuta entrare in vigore il primo maggio, ma di cui è stato deciso il rinvio a tempo indeterminato.

Manifestazioni in tutta la nazione

Si tratta, in pratica, di una tassa di poco più di 400 nuovi rubli, circa 200 euro, pari ad uno stipendio mensile, che ogni persona priva di lavoro sarebbe tenuta a versare allo Stato. Migliaia di persone di tutte le età da Minsk a Gomel, da Brest a Vitebsk, negli scorsi giorni e settimane, hanno manifestato a più riprese esprimendo tutto il proprio dissenso contro il potere. Una circostanza piuttosto inusuale in un Paese in cui il controllo sull'opposizione, parlamentare e di piazza, può essere ritenuto assoluto (non per nulla a Minsk, l'apparato della polizia politica, il KGB, è lo stesso dei tempi dell'Unione Sovietica). Soltanto una manciata di giorni fa, intervistato da un'emittente est-europea, Lukashenko aveva affermato che "In Bielorussia la democrazia è al massimo livello". 

IL SERVIZIO INTEGRALE SUL CORRIERE DEL TICINO IN EDICOLA MERCOLEDÌ 29 MARZO IN ESTERO

Articoli suggeriti

Ecco il nuovo rublo bielorusso che somiglia all`euro

OCCHI SULL'EST / 3. PUNTATA - La rinnovata unità di misura monetaria crea scompiglio in bar, ristoranti e negozi, dove il personale non sa che pesci prendere, trovandosi di fronte i soldi vecchi e quelli appena stampati

Edizione del 17 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top