logo

“Così aiutate i terroristi islamici, fermatevi!”

Dura condanna del leader della Lega Matteo Salvini sull'attacco in Siria - Il premier Gentiloni costantemente in contatto con i vertici militari

Keystone
 
14
aprile
2018
10:06
Red. Online/ats

MILANO - "Stanno ancora cercando le 'armi chimiche' di Saddam, stiamo ancora pagando per la folle guerra in Libia, e qualcuno col grilletto facile insiste coi 'missili intelligenti', aiutando peraltro i terroristi islamici quasi sconfitti. Pazzesco, fermatevi. #stopwar #stopisis". Lo ha scritto il leader della Lega Matteo Salvini su Facebook, condannando l'attacco in Siria ad opera di un'azione congiunta tra Usa, Regno Unito e Francia.

Mentre il Presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni è stato costantemente informato questa notte degli sviluppi degli attacchi militari in Siria, mantenendosi in contatto con i ministri Esteri e Difesa e con i vertici militari. Gentiloni ha fatto sapere che l'Italia non ha partecipato all'azione bellica e che nessuna base militare della Penisola è stata utilizzata per condurre l'attacco.

Prossimi Articoli

Per il dopo-Rajoy c'è Casado

I delegati del Partido Popular spagnolo hanno eletto con 1701 voti il loro nuovo leader

Edizione del 22 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top