logo

Consiglio dell'UE, la Bulgaria cede il testimone all'Austria

OCCHI SULL'EST - Avvicendamento tra Lilyana Pavlova e Gernot Blümel, nuovo presidente in carica - Le priorità di Vienna in vista delle elezioni del Parlamento europeo nella primavera del 2019: sicurezza, stabilità, competitività

Sito internet del Ministero affari esteri austriaco
La bulgara Lyliana Pavlova cede il timone a Gernot Blümel.
 
30
giugno
2018
06:00
Andrea Colandrea

BRUXELLES (articolo attualizzato) – Cambio della guardia, dal primo luglio, al vertice del Consiglio dell'UE, nel cui ambito, terminato il semestre di presidenza della Bulgaria, inizia quello che compete all'Austria, che si protrarrà fino al prossimo 31 dicembre. Un tempismo dettato da un'agenda precostituita, certo, ma che ha quasi del provvidenziale, tenuto conto che proprio due giorni fa si è concluso un vertice strategicamente importante per il futuro della stessa Unione europea (vedi sopra). Un summit esteso ai 28 Stati che la compongono e che ha inteso fare il punto su alcuni temi considerati strategici: la riforma della zona euro, la Brexit (di cui si tornerà a parlare in autunno) e, soprattutto, l'emergenza migranti.

In effetti, è proprio l'Austria del cancelliere Sebastian Kurz ad avere messo in chiaro, per prima, l'esigenza di una politica più restrittiva in materia di immigrazione (leggi: più aiuti dei migranti nei loro Paesi d'origine a partire dall'Africa), con maggiori controlli alle frontiere interne ed esterne dell'UE, al fine di frenare il flusso migratorio proveniente principalmente dalla rotta mediterranea. Questi e altri temi dovranno ora essere approfonditi sotto la conduzione di Vienna, tramite il ministro Gernot Blümel, nominato nuovo presidente del Consiglio dell'UE, al quale è stato consegnato il testimone dal suo omologo bulgaro Lilyana Pavlova (VD SUGGERITI).

 

Articoli suggeriti

“Sui migranti ora l`Italia non è più sola”

Lo ha detto il premier italiano Giuseppe Conte lasciando il vertice UE - All'alba è stato raggiunto l'accordo tra i 28

L`Italia mostra i muscoli al vertice europeo

Il premier italiano Giuseppe Conte minaccia il veto: senza accordo sugli sbarchi dei migranti a rischio partecipazione a Schengen

Dopo le manganellate è il tempo del dialogo

OCCHI SULL'EST/BULGARIA - La ministra Lilyana Pavlova ha esposto a Bucarest gli obiettivi del suo Paese alla presidenza del Consiglio dell'UE per il periodo gennaio-giugno 2018 - Ecco cos'ha detto al CdT

Edizione del 15 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top