logo

Capolavoro Gerndt e il Lugano vola al terzo posto

I bianconeri battono 1-0 il Sion e scalano posizioni in classifica - Rimandato l'esordio di Marc Janko

 
10
febbraio
2018
20:50

LUGANO - Dopo Basilea il Lugano si ripete. A Cornaredo la formazione ticinese batte 1-0 il Sion grazie ad un capolavoro di Gerndt e vola momentaneamente al terzo posto in classifica assieme allo Zurigo, impegnato domenica. Sì, nonostante faccia freddo e sia solo febbraio si sente profumo di Europa. Ancora.

Primo tempo da manuale dei bianconeri, bravi a sfruttare le tante incertezze degli avversari. La squadra di Pierluigi Tami gioca praticamente a memoria: possesso e verticalizzazioni, cattiveria agonistica e calcio champagne. Secondo logica arriva il gol del vantaggio: Piccinocchi recupera una bella palla e senza nemmeno pensarci serve Gerndt, il quale lascia partire un missile terra-aria semplicemente imprendibile. Uno a zero. Siamo al 14'. Il Lugano non si accontenta, anzi. Continua a spingere e provarci. Sabbatini nel finale di tempo sfiora il raddoppio. Il Sion? Assente ingiustificato. O meglio, schiacciato dalle sue stesse paure e da un avversario spumeggiante.

La ripresa si apre con una traversa di Gerndt. Lo svedese è scatenato tant'è che poco dopo ne colpisce un'altra di traversa. Il pubblico di Cornaredo è in visibilio. E spinge la squadra con entusiasmo e calore (4.026 gli spettatori). I vallesani continuano a boccheggiare mentre il Lugano è un fiume in piena. Manca però il raddoppio. Acciaccato, Gerndt lascia il campo al 67'.

Da quel momento in avanti i padroni di casa vanno un po' in sofferenza. Il Sion prova a crederci, mentre il Lugano fatica a tenere palla e appare un filo stanco. L'arbitro Schnyder poi ci mette del suo con decisioni incomprensibili. I ragazzi di Tami tengono duro e cercano di sfruttare le ripartenze. Il tecnico manda in campo Manicone e Krasniqi, con Vecsei che era entrato al posto di Gerndt. Bruciati tutti i cambi, l'esordio del Cobra Janko è rimandato. Pazienza. Di motivi per sorridere al fischio finale ce ne sono abbastanza.

Prossimi Articoli

Due hooligan tedeschi in manette a Basilea

Dopo gli scontri tra gruppi di facinorosi a seguito della partita Basilea-Lucerna di sabato, sono state controllate 14 persone - La polizia cerca testimoni e materiale video delle violenze e degli atti vandalici

Il Lugano saluta con un pareggio

Ultima puntata della stagione a Cornaredo contro lo Zurigo - Mariani segna e saluta il suo pubblico

FC Lugano, la stagione dei rimpianti

L'obiettivo minimo - la salvezza - è stato raggiunto il 10 maggio, ma troppe sono state le occasioni gettate al vento - ILCOMMENTO DI MARCELLO PELIZZARI

Edizione del 20 maggio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top