logo

La ASF: "Noi sosteniamo l'integrazione"

La Federazione svizzera torna sulla polemica scatenata dal segretario Miescher: "Nessuna discriminazione, al vaglio nuove soluzioni per evitare episodi come quelli contro la Serbia"

Keystone
 
07
luglio
2018
20:50
Red. Online

ZURIGO - La Federazione svizzera di calcio (ASF) prende posizione sulla polemica sollevata dalle dichiarazioni del suo segretario generale Alex Miescher a proposito della possibilità di vietare il doppio passaporto dei calciatori in Nazionale (vedi Suggeriti). "La Federazione continua a sostenere l'integrazione" il messaggio dell'ASF pubblicato (solo in lingua tedesca) sul sito ufficiale della federazione.

L'ASF si dice "dispiaciuta che l'intervista di un'ora rilasciata a giornalisti di NZZ, TagesAnzeiger e 20 Minuten da Mischer nel ritiro di Togliatti dopo la conclusione della fase a gruppi dia l'impressione di discriminare i giocatori e le giocatrici con doppia nazionalità". La ASF sostiene inoltre che "i giocatori che hanno disputato il Mondiale hanno dato tutto per la Svizzera".

Tra le varie possibilità che si stanno valutando per evitare in futuro episodi come quelli accaduti nella partita contro la Serbia (vedi Suggeriti), c'è quella di sottoscrivere un contratto al momento dell'inserimento di un giocatore nel programma di formazione dell'ASF dove l'atleta rinuncia alla doppia nazionalità. "Questo - afferma il comunicato con il chiaro intento di evitare un clima malsano dove i giocatori vengono portati in trionfo in caso di vittoria e accusati di mancanza di identificazione in caso di sconfitta".

Articoli suggeriti

“Vietare i doppi passaporti in Nazionale?”

Il segretario generale della Federcalcio svizzera Alex Miescher spiega che l'ASF vuole discutere della questione

L`ASF vola basso sul caso delle aquile

All’indomani delle esultanze provocatorie di Xhaka e Shaqiri la nostra Federcalcio abbassa i toni: “Gesti spontanei e non politici" dice Claudio Sulser

Gilliéron: “Vorrei parlare di calcio”

Il presidente dell'ASF fra esultanze scomode, inchiesta della FIFA e una Nazionale vicinissima agli ottavi

Le aquile e le polemiche volano sul web

L'esultanza dopo i gol di Xhaka e Shaqiri non passa inosservata su Internet - Valanga di commenti sui social - Il Corriere della Sera titola: "Vendetta kosovara" - Possibili sanzioni dalla Fifa

L`ASF vola basso sul caso delle aquile

All’indomani delle esultanze provocatorie di Xhaka e Shaqiri la nostra Federcalcio abbassa i toni: “Gesti spontanei e non politici" dice Claudio Sulser

Edizione del 17 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top