logo

La Francia torna in finale dodici anni dopo

I Bleus sconfiggono il Belgio nel derby di San Pietroburgo: decisiva una rete di Umtiti ad inizio ripresa

 
10
luglio
2018
21:53
Marcello Pelizzari

SAN PIETROBURGO (dal nostro inviato) – A dodici anni di distanza da Germania 2006, la Francia tornerà a disputare la finale di un Mondiale. E stavolta i Bleus sperano in un altro esito (allora ad imporsi fu l'Italia). La formazione guidata da Didier Deschamps ha conquistato il biglietto per l'ultimo atto di Russia 2018 grazie all'1-0 rifilato ai "cugini" del Belgio nella semifinale di San Pietroburgo. Decisiva la segnatura di Umtiti all'inizio del secondo tempo. Una gara con appena una rete ma comunque bellissima, ricca di contenuti tecnici e carica di agonismo. In definitiva un bellissimo spot per il calcio e per Russia 2018 in particolare.

È il Belgio a farsi preferire ad inizio partita, quantomeno a livello di occasioni. Eden Hazard pare indemoniato: fermarlo è impossibile. Dal suo piede nascono pericoli a ripetizione. Dapprima conclude di poco a lato, quindi una sua parabola ad effetto viene deviata in extremis da Varane. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo ci prova anche Alderweireld, ma Lloris si supera con un intervento da copertina. Superati i brividi iniziali, la Francia trova le contromisure e comincia a sua volta a portare pericoli dalle parti di Courtois. I più attivi manco a dirlo sono Griezmann e Mbappé, anche se l'occasione più ghiotta capita sui piedi di Pavard (ottima risposta del portiere). Giroud fa un lavoro enorme per i compagni, ma quando si tratta di finalizzare è poco lucido. Un problema che colpisce anche Lukaku dall'altra parte. E così il primo tempo si conclude zero a zero.

I belgi premono anche in entrata di secondo tempo, nel tentativo di sbloccare la situazione. Ma la prima, vera occasione arriva sul fronte opposto con Giroud, abile a girarsi ma sfortunato nell'incontrare una gamba avversaria al momento della conclusione a botta sicura. Poco male, perché sul conseguente corner Umtiti trova i tempi giusti e insacca con un'incornata meravigliosa. Inciso: malissimo Alderweireld e Fellaini in marcatura. Il vantaggio dà una forza incredibile ai francesi. Mbappé beneficia di spazi prima soltanto sognati. E in campo aperto il giovane fenomeno del PSG fa malissimo. Un suo assist illuminante libera una volta ancora Giroud davanti al portiere, ma la difesa belga rimedia.

Martinez sa di dover rialzare il baricentro della sua squadra e infatti getta nella mischia Mertens al posto di un Dembélé in tono minore. La mossa funziona, nella misura in cui il Belgio torna ad attaccare e costruire occasioni. Come la capocciata di Fellaini terminata di pochissimo a lato. La Francia difende l'1-0 con i denti, sfruttando anche Giroud che – con estremo sacrificio – torna a dare una mano addirittura nella sua area di rigore. Il commissario tecnico dei Diavoli Rossi tenta altresì la carta Carrasco, nella speranza di mettere ulteriore pressione ai Bleus. Hazard sale in cattedra con dribbling stretti e ubriacanti, mentre Witsel cerca l'1-1 con una sassata dalla distanza. Deschamps effettua i cambi nel finale, un po' per coprirsi e un po' per spezzare il ritmo all'avversario. Lo sforzo dei Diavoli Rossi è totale, ma non produce l'agognata rete del pari. Anzi sono i galletti a sfiorare il raddoppio in contropiede.

Finisce 1-0 per la Francia, che a dodici anni dall'ultima volta tornerà a disputare la finale di un Mondiale.

Prossimi Articoli

Il Milan riammesso alle competizioni europee

Il Tribunale arbitrale dello Sport (Tas) di Losanna ha riammesso oggi il club rossonero alla prossima edizione dell'Europa League ribaltando le decisioni delle istanze precedenti

Nuove provocazioni da Granit Xhaka

Il calciatore in vacanza alle Seychelles ha pubblicato uno scatto che lo ritrae, con la sua compagna, intento a mimare l'aquila bicefala

La festa dell'FC Lugano con i Blues Brothers!

Anche il duo di Radio 3i il 29 luglio per festeggiare i 110 anni del sodalizio bianconero - Ecco tutti i dettagli della giornata

Edizione del 20 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top