logo

Svizzeri contrari a ospitare le Olimpiadi

Mentre in Corea hanno appena preso il via i giochi olimpici 2018, non sembra esserci grande convinzione attorno al progetto "Sion 2026"

Keystone
 
11
febbraio
2018
09:54
ats

BERNA - L'idea di organizzare giochi olimpici invernali sembra non piacere agli svizzeri. In base a un sondaggio realizzato a quattro mesi dal cruciale voto sul progetto di candidatura di Sion 2026, i pareri contrari raggiungono il 59% degli interpellati, mentre i favorevoli solo il 36%.

Dall'inchiesta - realizzata da Tamedia e pubblicata oggi da SonntagsZeitung Le Matin Dimanche - il 43% delle persone interrogate si oppone, mentre il 16% è tendenzialmente contro. I "sì" raccolgono solo il 20% dei consensi, mentre i tendenzialmente favorevoli sono il 16%. Il 5% non ha un'opinione in merito.

Più le persone sono anziane, più aumenta l'opposizione a Sion 2026: il 55% di chi ha oltre 65 anni respinge il progetto e il 17% è piuttosto contrario. Solo l'11% di loro è favorevole e il 13% tendenzialmente favorevole.

All'altra estremità, i "no" raccolti nella fascia di età fra 18 e 34 anni è del 42% (29% di no e 13% di tendenzialmente no). Anche in questa fascia di età, l'adesione al progetto non raggiunge la maggioranza (29% di sì e 19% di tendenzialmente sì).

Il miliardo di franchi di sostegno previsto dalla Confederazione viene respinto dal 64% degli interpellati (51% di no e 14% di tendenzialmente no). Solo il 17% si dice favorevole a questo aiuto, mentre il 13% è tendenzialmente d'accordo.

Il sondaggio è stato realizzato il primo febbraio presso 17'067 persone, 11'882 svizzerotedeschi, 4232 romandi e 951 svizzeroitaliani. Il margine di errore è dell'1,1%.

Il 10 giugno i vallesani sono chiamati alle urne per pronunciarsi su un contributo finanziario del cantone di al massimo 100 milioni di franchi per il progetto.

Prossimi Articoli

Reati fiscali, no al pacchetto di contromisure

Il Consiglio federale afferma di non possedere dati affidabili sulla portata della sottrazione d'imposta in Svizzera

Sistema elettorale grigionese: ricorso di nuovo respinto

Cassato dal Tribunale cantonale amministrativo l'incarto potrebbe ora passare nelle mani del Tribunale federale

Cassis ringiovanito e “capellone”

Il simpatico ritratto fa parte della campagna del Parlamento dei giovani per avvicinare le nuove generazioni alla politica

Edizione del 23 febbraio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top