logo

Jean-Philippe Gaudin a capo dei servizi segreti

Il Consiglio federale l'ha nominato oggi direttore del SIC - Il vodese succede a Markus Seiler, nominato a dicembre segretario generale del DFAE

Keystone
 
11
aprile
2018
14:34
Red. Online

BERNA - Il Consiglio federale ha nominato oggi Jean-Philippe Gaudin come direttore del Servizio delle attività informative della Confederazione, con effetto dal 1° luglio 2018. Gaudin succederà a Markus Seiler, che il 1° dicembre 2017 ha assunto la funzione di segretario generale del DFAE.

Gaudin, nato il 20 novembre 1962 a Chevilly (VD), ha conseguito il diploma di commercio a Losanna. Successivamente ha svolto la funzione di manager presso l'Ufficio del turismo e dei congressi di Montreux e il 1° gennaio 1987 è entrato nel Corpo degli istruttori delle truppe meccanizzate e leggere. Oltre a diversi impieghi come istruttore d'unità nelle scuole delle truppe leggere e come capoclasse nella scuola ufficiali, nel 2000 è stato al comando di un'unità di approvvigionamento dell'OSCE in Bosnia e Erzegovina. Nel 2003 ha assolto un soggiorno di studio presso il Defence College della NATO a Roma, dopodiché ha assunto diverse funzioni di condotta nel Servizio informazioni militare. Il 1° settembre 2005 è stato nominato sostituto del capo del Servizio informazioni militare. Nel quadro di tale funzione ha assolto l'International intelligence director's course presso il Defence College di Chicksands (GB) e un perfezionamento presso l'Institut des hautes études de défense nationale di Parigi. Il 1° giugno 2008 è stato nominato dal Consiglio federale capo del Servizio informazioni militare, con contemporanea promozione al grado di brigadiere. Nel 2010 ha assolto il NATO generals, flag officers & ambassadors course a Bruxelles. Dal 1° gennaio 2016 è addetto alla difesa a Parigi con il grado di divisionario. Nel quadro della nuova funzione, il rapporto di impiego di Jean-Philippe Gaudin sarà retto dalle disposizioni del diritto del lavoro per il personale civile del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport.

Prossimi Articoli

Si delinea la dinamica dell'incidente sulla A13

Lo scontro è stato provocato alle 15.40 da un 35.enne svizzero che ha perso il controllo della propria vettura invadendo la corsia opposta e scontrandosi con altri due veicoli

Ubriaco, vuole evitare un cervo e si ribalta fuori strada

L'incidente è avvenuto giovedì sera in Engadina - Indenne il conducente

I fallimenti in Ticino sono 386 dall'inizio dell'anno

Le aziende che non sono riuscite a far fronte ai pagamenti sono una in più rispetto allo stesso periodo del 2017 - In Svizzera si registra un lieve aumento dei casi

Edizione del 22 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top