logo

Alle urne il 10 febbraio per “Fermare la dispersione degli insediamenti”

L'iniziativa popolare sarà l'unico oggetto in votazione in quella data a livello federale - Il testo è stato depositato nel 2016 con oltre 110 mila firme

Archivio CdT
 
10
ottobre
2018
11:30
ats

BERNA - Vi sarà soltanto un oggetto in votazione il prossimo 10 febbraio. Il Consiglio federale ha infatti stabilito oggi che popolo e cantoni dovranno esprimersi sull'iniziativa popolare "Fermare la dispersione degli insediamenti - per uno sviluppo insediativo sostenibile", detta anche Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti.

Il testo sulla pianificazione del territorio, depositato con oltre 110'000 firme valide nell'ottobre 2016, è stato lanciato dai Giovani Verdi. Esso mira a promuovere la costruzione di quartieri che consentano alla popolazione di abitare e lavorare nello stesso posto.

L'iniziativa intende inoltre vietare la creazione di nuove zone edificabili, eccetto nel caso in cui venga messa a disposizione una nuova superficie di dimensioni almeno equivalenti e dal valore di reddito agricolo comparabile. Il Consiglio federale, così come entrambe le Camere del Parlamento, raccomanda di bocciare il testo, giudicato troppo ambizioso e accusato di non tener conto né delle differenze regionali né dello sviluppo economico e demografico.

Edizione del 22 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top