logo

Positive le prospettive di impiego

Il barometro di Manpower evidenzia anche disparità tra regioni e settori economici - A livello svizzero il 7% delle aziende prevede di assumere personale entro fine di settembre, il 2% diminuirà gli effettivi, il 91% non attende cambiamenti

CdT
 
12
giugno
2018
10:11
ats

ZURIGO - Le prospettive per il mercato del lavoro svizzero rimangono buone nel terzo trimestre dell'anno e gli imprenditori sono ottimisti: lo segnala il barometro di Manpower, che mette comunque in evidenza disparità a seconda delle regioni e dei settori economici. A livello svizzero il 7% delle aziende prevede di assumere personale entro la fine di settembre, il 2% calcola di diminuire gli effettivi, mentre il 91% restante non si attende cambiamenti. Dopo correzione delle variazioni stagionali la "previsione netta sull'occupazione" (+5%) evidenzia il livello più alto degli ultimi sei anni.

Il mercato del lavoro si mostra più dinamico nella Svizzera tedesca, in particolare nell'est e nel nord-ovest del paese. Quanto ai singoli comparti, i dati sono incoraggianti per le costruzioni e l'industria manifatturiera. "L'economia europea e mondiale stimola il mercato del lavoro", afferma - citato in un comunicato - Leif Agnéus, General Manager di Manpower Svizzera. Lo slancio potrebbe però essere frenato dalla penuria di personale qualificato: "i candidati che dispongono di delle competenze specifiche ricercate si fanno rari".

Manpower afferma che i datori di lavoro di cinque delle sette regioni svizzere prevedono di mantenere invariato o di aumentare il personale entro la fine dell'estate. I più fiduciosi (+13%) sono gli imprenditori della Svizzera orientale, ma il mercato del lavoro dovrebbe mostrarsi dinamico anche nella Svizzera nord-occidentale (+7%) e a Zurigo (+6%). Tendenza negativa (-2%) invece per il Ticino. Nella regione lemanica (+3%), dopo tre trimestri cupi, le intenzioni di assumere personale tornano a salire.

Dei 10 settori economici sondati, 6 presentano prospettive d'impiego positive per i prossimi tre mesi, con in testa gli imprenditori attivi nella costruzione (+12%). Trend al rialzo anche per l'industria manifatturiera (+11%). Le cifre sono invece negative per i comparti Elettricità, gas e acqua (-5%) e alberghi e ristorazione (-3%). Tra i paesi vicini alla Svizzera, la Germania (+8%) conserva un mercato dell'impiego dinamico, mentre in Francia (+5%) le previsioni di assunzione di personale rimangono invariate. Cifre positive anche per l'Austria (+7%). L'Italia (-2%), il solo paese con previsioni negative, rimane stabile.

Edizione del 23 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top