logo

Il PS dice no a "Moneta intera" e sì alla Legge sui giochi in denaro

 
24
febbraio
2018
16:20
ats

ALTDORF - Il PS svizzero ha preso posizione sulle votazioni federali del 10 giugno: i delegati riuniti oggi ad Altdorf hanno respinto con 87 voti contro 40 l'iniziativa "Moneta intera" e appoggiato con 90 voti a 36 e 10 astensioni la Legge sui giochi in denaro.

Lo scopo dell'iniziativa "Per soldi a prova di crisi: emissione di moneta riservata alla Banca nazionale! (Iniziativa Moneta intera)", lanciata dall'associazione Modernizzazione Monetaria (MoMo), è quello di impedire alle banche di stampare denaro in maniera virtuale. Secondo i fautori del testo, il denaro appartiene ai cittadini e non agli istituti di credito e per questa ragione deve essere solo la Banca nazionale svizzera (BNS) a crearlo.

Per il PS il testo non permette di prevenire le crisi finanziarie. Darebbe anche alla BNS uno statuto simile a quello del Tribunale federale, mentre il PS vorrebbe al contrario un migliore controllo democratico sulla politica della Banca nazionale.

I delegati del PS si sono poi espressi a favore della Legge federale sui giochi in denaro. Per loro si tratta di un compromesso appropriato. La legislazione rafforza la protezione delle persone dipendenti e sottopone gli organizzatori di giochi in denaro alla legge sul riciclaggio. Permette inoltre di beneficiare delle entrate fiscali destinate alle opere sociali e ai progetti di utilità pubblica.

Prossimi Articoli

Trovata con la testa staccata dal corpo, interrogato il nipote

La donna rinvenuta morta in un appartamento di Frauenfeld è stata decapitata - Per il parente italiano di 19 anni è stata chiesta la detenzione preventiva

Dopo Maudet anche un municipale ammette il viaggio

Guillaume Barazzone, membro dell'Esecutivo cittadino di Ginevra, ha dichiarato di essere andato ad Abu Dhabi e che le spese sono state pagate da altri

Edizione del 19 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top