logo

Vola Radio3i, in crescita anche TeleTicino

Tra marzo e giugno l'emittente radiofonica sfonda il muro degli 80 mila ascoltatori - TeleTicino è la tv regionale che ha fatto segnare il maggior incremento in Svizzera

Reguzzi
Matteo Pelli, direttore di TeleTicino, con il suo vice Sacha Dalcol.
 
10
luglio
2018
13:00
Red. Online

MELIDE - Risultati molto positivi per Radio3i nel quadrimestre marzo-giugno. In base ai dati ufficiali pubblicati da Mediapulse, la quota di mercato si è attestata attorno al 14.8%. Risultati lusinghieri e in crescita anche per TeleTicino, l'emittente regionale con la quota di mercato più alta della Svizzera.

RADIO3i
All'inizio dell'anno la società di rilevamento ha modificato il metodo di raccolta dei dati, rendendo difficile un paragone con le annate precedenti.

Nonostante questo, in termini di contatti giornalieri, se sul finire del 2017 Radio3i era seguita giornalmente da oltre 65 mila persone, con l'inizio del nuovo anno la platea ha superato la soglia degli 80 mila contatti.

Grazie a questo risultato è stato raggiunto un nuovo record storico (14.8% appunto) per la radio privata del Gruppo Corriere del Ticino che, da ormai sette anni, è in costante e netta crescita.

TELETICINO
TeleTicino continua ad essere l'emittente regionale con la quota di mercato più alta della Svizzera. Giornalmente è seguita da 52 mila persone. La quota di mercato, sull'arco delle 24 ore, è aumentata dall'1.08% del 2017 all'1.3% del primo semestre di quest'anno. Dati che sono in controtendenza rispetto a quanto sta avvenendo sul mercato televisivo, sempre più frammentato.

Durante il primo semestre, la quota di mercato più alta è stata registrata durante il compimento del record di permanenza di onda dei Blues Brothers. Alle 16.03 del 14 febbraio è stato superato il 39% di quota di mercato.

L'informazione resta il pilastro della programmazione di TeleTicino, sia con il Telegiornale delle 18.45 sia con il Tg Talk delle 19.45, che ha triplicato lo share rispetto al semestre precedente. Proprio per questa ragione da settembre tutta la fascia informativa quotidiana subirà un importante restyling, per continuare ad essere al passo coi tempi e per continuare a soddisfare l'affezionato pubblico.

LE REAZIONI
Molto soddisfatto Matteo Pelli, che da settembre dirige entrambe le testate: "Il dato radiofonico è straordinario e avere un aumento così importante di pubblico in pochi anni ci onora. Nel suo insieme queste cifre, sia per la radio sia per la televisione, sono molto confortanti e ci spingono a proseguire su questa via migliorando, giorno dopo giorno, il nostro lavoro".

Vivo compiacimento per gli ottimi risultati è stato espresso dall'amministratore delegato del gruppo Corriere del Ticino, Marcello Foa: "È la conferma che essere al servizio del pubblico, con simpatia e umiltà, è pagante. A Melide possiamo contare su una piccola ma fortissima squadra che merita queste grandi soddisfazioni".

Prossimi Articoli

Lista PPD, c’è aria di ribaltone

Oggi la Commissione cerca tornerà a riunirsi dopo le rimostranze e le polemiche – A qualcuno trema già la cadrega da candidato?

L’assistenza vola a quote più basse

In luglio le persone bisognose di aiuto sono calate del 2,6% su base annua, è un rallentamento che prosegue da aprile

Lista PPD, gli ex presidenti esclusi non ci stanno

Giovanni Jelmini: “Sorpreso, ma la scelta definitiva spetta ad altri” - Fabio Bacchetta-Cattori: “Quello della Commissione cerca è un preavviso”

Edizione del 17 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top