logo

Il nuovo Patriziato di Arogno e Bissone può nascere

I cittadini chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre avevano confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi

CdT
 
08
novembre
2018
14:52
Red. Online

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha decretato l'aggregazione dei Patriziati di Arogno e Bissone. I cittadini patrizi, chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre, hanno confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi. Preso atto di questo responso, il Consiglio di Stato ha quindi decretato formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone. Grazie all'unione delle loro forze, i cittadini patrizi dei due Enti aggregati potranno continuare a salvaguardare e promuovere i propri beni a beneficio della collettività. Il Governo, che tramite il Dipartimento delle istituzioni ha accompagnato e sostenuto passo dopo passo la procedura di aggregazione, esprime piena soddisfazione per l'esito finale positivo. Questa aggregazione si inserisce, infatti, nella strategia cantonale di promozione e valorizzazione dei Patriziati quali Enti locali fondamentali e sussidiari nei confronti dei Comuni. L'elezione dell'Ufficio patriziale, che determinerà formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone, è prevista a inizio 2019.

Prossimi Articoli

No a “Ticino Laico”, sì a “Grazie Cardiocentro!”

Lo ha reso noto la Cancelleria dello Stato: i risultati sul Foglio ufficiale di domani

Scoprire l'impatto economico della cultura in Ticino

Studio avviato dal DFE e dal DECS: i risultati sono attesi nel primo semestre del 2020

Sorpresa, nella bucalettere due materiali di voto

Dopo il trasloco un elettore si è visto recapitare la carta di legittimazione sia da Bellinzona sia da Lugano

Edizione del 16 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top