logo

Sciacalli sui fenicotteri, vince la maleducazione

Presa d'assalto già questa mattina l'installazione di Oppy De Bernardo a Locarno, nonostante l'invito a farlo fosse per dopo mezzanotte

 
10
aprile
2018
11:33
b.g.l.

LOCARNO - Alla maleducazione non c'è proprio limite. Non si sa chi, questa mattina, abbia dato il cattivo esempio. Fatto sta che, a oltre 12 ore dal termine fissato da Oppy De Bernardo (vedi suggeriti), una folla simile ad uno sciame di cavallette ha cominciato a scatenarsi in piazza Grande a Locarno e sta letteralmente distruggendo l'installazione artistica Apolide. Non si tratta, come auspicato dall'autore, di bambini, ma di adulti, molti dei quali addirittura armati di forbici per tagliare le corde che bloccavano i gonfiabili. Spesso ne vengono asportati tre, quattro o cinque per persona. Davvero una fine ingloriosa, per un'opera che voleva simbolizzare la solidarietà, il rispetto e la mutua collaborazione fra esseri umani... Intanto lo stesso artista, assieme ad alcuni volontari, per cercare di salvare almeno la parte di salvagenti che saranno venduti per beneficenza, è stato costretto a sottrarli dalle mani dei "predoni"  e a metterli al sicuro in un'area transennata.

Articoli suggeriti

Da stanotte salvagenti per tutti

Arrivata la scadenza per l'installazione artistica Apolide in piazza Grande a Locarno - Parte dei gonfiabili acquistati per beneficenza

Edizione del 23 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top